I low skilled in Italia Evidenze dall’indagine PIAAC sulle competenze degli adulti

DSpace/Manakin Repository

Show simple item record

dc.contributor.author Di Francesco, Gabriella
dc.contributor.author Amendola, Manuela
dc.contributor.author Mineo, Simona
dc.date.accessioned 2016-04-20T10:29:20Z
dc.date.available 2016-04-20T10:29:20Z
dc.date.issued 2016-03
dc.identifier.isbn 978-88-498-4817-5
dc.identifier.issn 03947432
dc.identifier.uri http://isfoloa.isfol.it/xmlui/handle/123456789/1262
dc.description Di Francesco G., Amendola M., Mineo S., I low skilled in Italia. Evidenze dall’indagine PIAAC sulle competenze degli adulti, in “Osservatorio Isfol”, VI (2016), n. 1-2, pp. 53-67. Isfol OA: <http://isfoloa.isfol.it/xmlui/handle/123456789/1262> it_IT
dc.description.abstract Article. Il tema degli adulti con bassi livelli di competenze (low skilled) assume grande rilievo in un momento storico in cui rilevanti organismi internazionali e la comunità scientifica sottolineano l’importanza di valorizzare e sviluppare il capitale umano, individuando nelle competenze degli individui significativi predittori degli economics ad social outcomes. L’articolo propone un approfondimento tematico rispetto a questo segmento di popolazione, a partire dai dati del Rapporto nazionale dell’indagine OCSE-PIAAC del 2014, presentando i low skilled in Italia in relazione alle caratteristiche socio-demografiche, alla condizione lavorativa ed alla partecipazione ad attività di apprendimento, con particolare riferimento alle fasce d’età 16-24 anni e 25-34 anni. 03/2016 it_IT
dc.language.iso it it_IT
dc.publisher Rubbettino it_IT
dc.relation.ispartofseries Osservatorio Isfol;VI (2016) n. 1-2
dc.subject Educazione degli adulti it_IT
dc.subject Competenze per la vita it_IT
dc.title I low skilled in Italia Evidenze dall’indagine PIAAC sulle competenze degli adulti it_IT
dc.type Article it_IT


Files in this item

This item appears in the following Collection(s)

Show simple item record

Search DSpace


Advanced Search

Browse

My Account